I chioccoli

z-chi

rmc0(RM 1) Il primo chioccolo non si dimentica mai .

Questo chioccolo ha avuto una sua piccola storia, fu perso e poi ritrovato dopo una settimana di ricerche sulle alture di Varese Ligure. Come si vede dalla foto ha già un primo abbozzo di poggia mento in sughero tenuto al cono con del nastro di carta ed ha la camera del suono mobile per provare diverse tonalità. Come era allora io l’ho lasciato. Con questo chioccolo ho cacciato per diversi anni.    Marco Stagnaro (Mirko)

ss-tt

Scatola tornasole progettata e costruita da Marco Stagnaro (Mirko). Gli elementi componibili al suo interno permettono di provare una infinità di sfumature di suono specialmente per quanto riguarda la distanza tra i due fori arrivando così con pazienza a costruire il chioccolo ’’ ideale,,

……Nei primi anni 90 quando ero alla ricerca del “suono perfetto”, cioè di quella cosa che non esiste, e che, non è condivisibile  con la maggior parte dei chioccolatori, per il semplice motivo che ogni uno ha il suo “suono perfetto”, che è rappresentato fondamentalmente delle misure giuste  per realizzare la camera del suono. Questa ricerca mi ha portato ad eseguire moltissime prove, e di conseguenza ad inanellare molti fallimenti, gettando al macero molti chioccoli, di conseguenza un corposo spreco di materiale. Parte da queste premesse l’elaborazione e poi la costruzione della scatola tornasole. Perciò…… tenendo fermo il diametro della camera, quello che più conta è la distanza di aria pulita tra i due fori, e di conseguenza il diametro dei fori stessi, è da queste considerazioni che mi sono costruito diverse camere del suono mobili, con fori differenti, da abbinare di volta in volta al corpo del chioccolo formato dal cono e dal beccuccio.

d56Disegno tratto dal libro U và cun a CIOCCIUA.

pog

In questo collage sono rappresentati alcuni modi di realizzare il poggiamento, utilizzanolo anche come porta oggetti di abbellimento o come sede di richiami utili a questa caccia. La fig. 1) è riferita al primo prototipo in sughero (1990). La fig. 2) ha solo il terminale in sughero.La fig.3-4) è fatto con un tondino di mm2. La fig. 5-6) è in lamierino traforato che permette l’inserimento di oggetti vari e l’applicazione di richiami aggiuntivi.

Prima di pubblicare i chioccoli a fiato che costruisco voglio parlarvi del poggiamento questa mia piccola invenzione, questa miglioria da me apportata  dapprima al classico chioccolo a pipa ed   in seguito applicata ad altre tipologie di richiami mi è stata molto utile specialmente i primi anni quando imparavo a chioccolare.

Il poggiamento ha la sua massima efficacia  in quei strumenti che hanno il baricentro spostato in avanti, uno dei quali è il chioccolo a imbuto (RM 41) , ma anche il chioccolo “a pipa” nonostante la sua piegatura non ha un buon bilanciamento. Questo accorgimento rende lo strumento stabile, collegato per due punti alla struttura del viso del chioccolatore  permettendogli anche di allentare la presa del richiamo e così facendo di riposare i muscoli delle mascelle. Oltre che a darli un tono estetico e particolare, un segno di distinzione subito riconoscibile.

2-rm(RM 2)-Marco Stagnaro (Mirko).Uno dei tanti prototipi realizzati per la ricerca del suono e il posizionamento dello strumento (1990 circa)

3-rm(RM 3)  Marco Stagnaro (MIRKO) chioccolo e canotto uno dei primi prototipi per la ricerca del suono. Anno 1992/93

4-rm(RM 4)  Marco Stagnaro (Mirko) . Chioccolo con canotto basso ad apertura laterale Uno dei pochi prototipi utilizzati per la ricerca del suono e dell’estetica dello strumento che ho salvato dal macero. Anche se sono arrivato ad un buon punto sia per il suono che per l’estetica ….LA RICERCA CONTINUA 23/06/2015

5-rm(RM 5)-IL CHIOCCOLO, (Ø 38)- altre definizioni , camera del suono, chioccolo rotondo. Anno 1992/93

6-rm(RM 6) -Chioccolo ideato e costruito da Marco Stagnaro (Mirko) Legni usati: ulivo, padouk, bosso, ebano. Incastonatura figura di beccaccia in ottone .Camera del suono in ottone. Anno 1993

RM 9(RM 9)  Chioccolo progettato ed eseguito da Marco Stagnaro (Mirko) camera del suono(Ø 40) in lamierino di ottone da 2 decimi di mm , cono in legno di bosso e come beccuccio ho utilizzato un beccuccio da pipa.  Anno 1994

22-rm

(RM 22)- CHIOCCOLO CUBISTA – Lavoro eseguito da Marco Stagnaro (Mirko) Il chioccolo è in latta  e il poggiamento in lamina di ferro da mm 1, verniciatura a spruzzo . Anno 2008.   La latta ( una volta nominata ferro bianco)è un materiale molto usato per fare oggetti leggeri e allo stesso tempo stagni. Un tempo usata molto anche per fare richiami da caccia. Famosi sono anche i giocattoli e i fischietti-zuffoli  per bambini (Tin whistle)

23-rm(RM 23)-CHIOCCOLO NERO – Lavoro eseguito da Marco Stagnaro (Mirko) Materiale- latta verniciata a spruzzo . Anno 2008

40-rm(RM 40) Chioccolo  ideato ed eseguito da Marco Stagnaro (Mirko) estetica molto curata  beccuccio lungo e piccola camera con anello terminale in delrin. Anno 2012

38-rm(RM 38)  Chioccolo con orologio incorporato. Ideato, progettato ed eseguito da  Marco Stagnaro (MIRKO). Anno 2012.Guarda il video sulla costruzione del chioccolo  

 

RM 39(RM 39)  Chioccolo a cono corto e a becco lungo ideato e realizzato da Marco Stagnaro (Mirko). Questo è il modello (3) che verrà realizzato anche in scatola di montaggio.

41-RM

(RM 41)  Chioccolo a imbuto realizzato da Marco Stagnaro (Mirko) interamente in RAME con poggiamento in ottone. In questo tipo di chioccolo il baricentro è spostato tutto in avanti, è quì che il poggiamento aumenta la sua valenza. Il suono risulta simile a quelli in ottone, il rame è un materiale che si ammacca solo a guardarlo….però alla fine quando viene lucidato non si presenta male ( Gennaio 2013 )

42-rm(RM 42)  Chioccolo progettato ed eseguito da Stagnaro Marco (MIRKO) interamente in rame battuto (gennaio2013)

43-rm(RM 43)  Ideato, progettato ed eseguito da Marco Stagnaro (Mirko). Chioccolo a suono costante. L’idea di prototipo è presente nel libro U VA CUN A CIOCCIUA   https://www.youtube.com/watch?v=WgOSsGVwdMU

t4

t3

t5

t6

44-rm

44a-rm(RM 44)  Chioccolo a imbuto progettato ed eseguito da Marco Stagnaro (Mirko) con essenze di mogano e ulivo bocchino in ebano, poggiamento e camera del suono in ottone ( luglio 2013 )

47-rm(RM 47)  Marco Stagnaro (Mirko) -chioccolo con cono poggiamento e beccuccio in polymorph (prototipo) giugno 2014

rm-66(RM 66)-Chioccolo progettato e costruito da Marco Stagnaro (Mirko) Camera in ottone da 0.20 mm bocchino in delrin cono in legno di bosso. La realizzazione è avvenuta dopo un lungo tempo di prove del suono. Una delle particolarità di questo chioccolo stà nel bocchino ad imbuto che permette di ‘’schioccare,, in modo giusto. Lo strumento và collocato tra i denti e le labbra ,i denti vanno tenuti leggermente aperti in modo da far arrivare la punta della lingua. Per eseguire la pimpinella del merlo o della merla la parola da pronunciare è un …… aspirato o un ..nò alla napoletana ..nzè.. sempre aspirato ogniuno poi di volta in volta si sceglie le cadenze. Non è di grande efficacia nella caccia con il chioccolo ma può far recuperare uno o due soggetti ritrosi con molta soddisfazione e appagamento del chioccolatore. 28/10/2015

rm70-

rm70

rm 70a

…Era da molto tempo che volevo costruire un chioccolo con elementi poveri, rustici, tradizionali, e senza l’uso dello stagno. Quando mi inoltravo nella macchia per cacciare guardavo assiduamente i rami delle piante alla ricerca di un pezzo di legno che “parlasse”, … ora… non volevo proprio che pronunciasse delle parole ma che la sua forma mi ispirasse nella costruzione di un chioccolo, e che la natura lo avesse già plasmato in modo da favorirmi il lavoro. Nonostante le migliaia e migliaia di piante da me osservate non avevo ancora individuato il soggetto,(mi sembrava di essere ritornato ragazzino quando tra le piante cercavo un “bacchetto”(una forcella) per fare la fionda, ma la sorpresa fù grande quando mi accorsi dopo tutte queste ricerche boschive di averlo in casa. Era nel grosso vaso del terrazzo ed era un piccolo olivastro , uno di quei tanti esperimenti di bacche e frutti che raccolgo e poi puntualmente inserivo nel vaso;  quello aveva attecchito, ma non era una gran bella pianta da vedere  e la moglie stufa di vederla mi diceva da tempo di toglierla e così fu, è da lì che mi è apparso e si è materializzato il corpo del   il chioccolo con il poggiamento. Per fare lo scavo dove inserire la camera del suono ho usato una vecchia sgorbia ricavata da un succhiello (a “verina” in dialetto Genovese/Rivano) e per modellare l’esterno un normale coltellino ben affilato. Come si nota nel fusto e nel beccuccio sono evidenti i colpi di coltello  non è stata usata nessun tipo di carta abrasiva la finitura è rustica come tutto il chioccolo. Restava da fare la camera del suono, ovviamente in latta. Ma per questa avevo già pensato di utilizzare una vecchia scatola di della famosa polvere da sparo ACAPNIA ,(cosa molto frequente in passato, l’utilizzo della latta, e in particolare di quella delle scatole di polvere da caccia per fare i chioccoli) so che questa scelta farà rabbrividire  i collezionisti di vecchi arnesi da caccia, che vedono demolito il cimelio, ma lo stesso rivive nel chioccolo che può essere un elemento di collezionismo ancor più particolare. La saldatura della camera del suono l’ho eseguita a cera un metodo molto antico ed anche molto pratico,  lo stesso procedimento l’ho usato anche per quanto riguarda la saldatura tra camera del suono e corpo in legno.   Marco Stagnaro (Mirko) 02/03/2017

z-punzonati

Due chioccoli di mia produzione da posizionare direttamente tra i denti, o tra la bocca e i denti che riportano il nuovo marchio muniti di una fascia protettiva in pelle (che serve da isolante tra il contatto dei denti e il metallo) con occhiello per attacco di una eventuale collana. Uno classico, rotondo, del diametro di 38 mm e l’altro più moderno, di esclusiva mia progettazione a forma ellittica (una forma che si adatta alla normale conformazione della bocca) con il diametro minimo di 28 mm circa.

72-RM

72 a-RM

Chioccolo progettato e costruito da Marco Stagnaro (Mirko) di veloce costruzione e con doppia funzione che utilizza una camera d’aria di motorino come precamera. Questa funge anche da mantice quando il chioccolo lo si usa manualmente . Materiali usati : ottone,bosso e gomma.

igen-chio

L’igiene del nostro chioccolo è molto importante, sia per chi lo usa ma anche per una buona sonorità. Quando noi chioccoliamo entra nel chioccolo molta saliva sia in aspirazione che in espirazione, dopo l’uso il chioccolo viene posto in tasca ed essendo nel bosco e frequentando prevalentemente la macchia, nella tasca ci finiscono normalmente rametti e foglie che triturandosi quando ci muoviamo diventano polvere, che và ad aderire nelle pareti umide del nostro chioccolo. Per questi motivi è bene fare ogni tanto una pulizia igenico/funzionale. Marco Stagnaro (Mirko) 01/09/2016

cc22

https://chioccoloecaccia.wordpress.com/strumenti-multipli/

https://chioccoloecaccia.wordpress.com/i-richiami-del-riciclo/

UN VIDEO CON ALCUNI CHIOCCOLI PARTICOLARI

Annunci